Vestire la casa con le tende da interni

Vestire la casa con le tende da interni

Cari amici di Handy,

passare tutto questo tempo in casa di sicuro ci avrà fatto notare degli aspetti dell’arredamento che magari non tornano. Forse perché sono stati affrontati con leggerezza, rientrando tra le ultime cose da sistemare quando c’è fretta di concludere. Oppure perché si tratta proprio di elementi che i cultori del bricolage non sentono particolarmente vicini e perciò non hanno ricevuto la giusta attenzione. Questo può essere il caso delle tende da interni.

Ma sappiamo bene che è nei dettagli che si vede il lavoro ben fatto e il tendaggio rappresenta per certi versi il “vestito buono”, tagliato su misura, dei nostri appartamenti.

Tende da Arredamento per Interni

Le tende da arredamento per interni sono utili per:

  • salvaguardare l’intimità e la privacy domestica, opponendo un filtro alle aperture esterne costituite da vetrate, finestre e porte-finestre;
  • filtrare luce e calore in modo da ottenere un’illuminazione consona al carattere delle diverse stanze;
  • separare in economia gli ambienti aperti;
  • decorare casa in accordo alle scelte fatte in ambito di arredamento, pareti e pavimenti.

Ed ogni voce dell’elenco, come tutte le cose che riguardano il fai-da-te domestico, racchiude un mondo.

Custodire la privacy

La maggior parte di noi vive in abitazioni circondate da altre abitazioni ed allora la questione non si pone nemmeno: le tende sono indispensabili per riparare l’interno casa da sguardi indiscreti senza dover tenere per forza le tapparelle chiuse. Ma anche se avessimo la fortuna di spalancare le nostre finestre sul migliore dei panorami, alla lunga prevale la sensazione di convivere con delle brecce sempre aperto nei muri che ci fanno sentire esposti. Con la loro discreta chiusura, le tende ricompattano delicatamente il perimetro interno dei locali rendendoli piacevolmente raccolti.

Regolare la luce e filtrare il calore

Sappiamo quanto sia importante per la nostra casa ricevere luce naturale dall’esterno, da calibrare a seconda dei vari ambienti. Per la camera da letto preferiamo situazioni di penombra o di buio totale, mentre per il soggiorno una luce leggermente attenuata. Cucina, bagno e angolo studio richiedono anche loro esigenze di illuminazione diverse, senza dimenticare come i diversi gradi di luminosità contribuiscono a modificare la percezione degli volumi e degli spazi. Le tende giuste inoltre ci consentono di tenere aperte le finestre per far circolare l’aria impedendo l’entrata della luce diretta e del calore irradiato dal Sole. Nei giorni di maltempo invece, una tenda accostata offre un gradevole senso di protezione.

Suddividere gli spazi e completare i mobili

Per i grandi e piccoli appartamenti aperti, dai loft ai monolocali, ricorrere alle tende per razionalizzare lo spazio si rivela una scelta a buon mercato e di rapida applicazione. Rispetto ad altre soluzioni più strutturali (come ad esempio una parete in cartongesso) i divisori in tessuto sono sicuramente meno costosi e possono essere installati facilmente grazie ai binari fissati a soffitto.

Vere e proprie “pareti mobili” che creano stanze dal nulla, eleganti separè tra l’area giorno e la zona notte, scenografiche quinte per coprire il vano lavanderia o eventuali nicchie tra le mura principali. Un tocco di classe può essere aggiunto dall’utilizzo di veneziane d’alluminio per delimitare l’angolo studio o soggiorno. Un ulteriore valore aggiunto proviene dalla qualità tecnica del tessuto utilizzato che può essere antimacchiaantistrappo e addirittura fonoassorbente.

Il vantaggio principale consiste nel fatto che si tratta di installazioni non definitive e dall’ottima resa estetica, che possono essere facilmente rinnovate o modificate in tempi brevi e con relativa poca spesa.

Oltre a ripartire gli open space le tende possono sostituire ante e sportelli di alcuni mobili come le cabine armadio, gli armadi stessi, le scarpiere, le credenze e il sottolavabo: un’idea di arredamento “misto” di ricercata originalità.

Valorizzare le scelte di stile

Il design degli interni di casa nostra è stato progettato minuziosamente, dalla tipologia dei pavimenti al colore delle pareti fino alle linee di arredamento. Alle tende non resta che accordarsi a tutto questo, contribuendo anzi a perfezionarlo. Fatta salva la funzionalità pratica, andremo a privilegiare l’aspetto estetico in base alla personalità dei singoli ambienti domestici. Non metteremo certo nel salotto le stesse tende della stanza dei bambini, così come la finitura di quelle della porta-finestra in cucina sarà diversa da quelle che risalteranno nella stanza da letto.

Tende da interni: modelli

Si fa presto poi a dire “tende”: stiamo parlando di un settore che offre un potenziale immenso. Per quanto riguarda le tende da interni, i modelli in commercio si contano a migliaia con materiali, tessiture e ornamenti che possono cambiare completamente il volto di una stanza. Per giunta, trattandosi di complementi d’arredo, sarà facile sostituirli seguendo i nostri gusti e le loro evoluzioni.

Tende da interni classiche

Gli esempi sono parte della memoria di ognuno, dalle tradizionali tende arricciate dotate di anelli che chiudono le vetrate del salotto alla maniera di un elegante sipario alla doppia tenda, preferita in camera da letto, con un tessuto leggero a far da sottotenda ed uno più pesante e coprente disposti su binari paralleli, capace di regolare la luminosità della stanza fino all’oscuramento completo. Per il bagno le vecchie care tende a pacchetto creano atmosfera e svolgono egregiamente il loro compito, ripiegando su loro stesse a varie altezze intermedie.

Materiali semplici come il cotone grezzo, la iuta, la canapa o il lino accentuano l’effetto vintage, soprattutto in soggiorni e cucine già arredate ispirandosi allo stile shabby chicVelluto seta rifiniscono con grazia gli angoli di ricevimento, i motivi fantasia vivacizzano le stanze dei ragazzi mentre le geometrie dello stile nordico più si adattano gli ambienti di servizio.

Tende da interni moderne

In questo ambito gli stili prevalenti spaziano dal minimal al total white, applicati a dispositivi funzionali come le tende a rullo che scompaiono, riavvolgendosi, verso il soffitto; il meccanismo di apertura può essere addirittura automatizzato e gestito da remoto tramite un telecomando.

Per le grandi vetrate di saloni, verande e loft la soluzione ideale è fornita dalle tende a pannello, grazia alla loro struttura modulare disposta su più binari capace di filtrare la luce proveniente da ampie superfici. Lo stesso lavoro è svolto in maniera efficiente dalle tende tecniche, in grado di orientare i fasci luminosi in base alle proprie esigenze di comfort.

Conclusioni

Arredare con le tende è un’attività creativa, collegata all’impatto visivo derivato dalla scelta e abbinamento di materiali, trasparenze e finiture. È sufficiente sostituire un modello, preferire un nuovo colore o provare un tessuto diverso per trovarsi improvvisamente di fronte una stanza del tutto nuova.

Tanta è l’importanza che Handy riconosce alla scelta del tendaggio che ha messo a disposizione un intero Reparto Tessile, con un vasto assortimento di tende e bastoniveneziane e tende a rullo oltre a numerosi articoli in tessuto per il resto della casa. 

 

Scopri tutti i dettagli e le novità seguendoci sulla pagina Facebook e Instagram.

Per ulteriori informazioni puoi scriverci compilando il form alla pagina contatti

Fai da te