Verniciare il legno, le cose da sapere

Verniciare il legno, le cose da sapere

Cari amici di Handy,

verniciare il legno non è un’attività scontata come l’apparente semplicità delle parole sembra suggerire. Dietro la facciata di questa formula si nasconde un’elaborata sequenza di operazioni che coinvolgono materiali e strumenti con diverse specificità.

L’obiettivo finale è aumentare la resa estetica del legno, rinnovandolo e decorandolo. Oppure salvaguardare la sua delicatezza fornendo una protezione contro agenti atmosferici, muffe e parassiti che possono danneggiarlo irrimediabilmente. O meglio ancora, fare entrambe le cose insieme.

Intingere il pennello nel barattolo di colore che ci piace e passarlo un paio di volte sul legno dei nostri manufatti non porterà neanche lontanamente al risultato che ci eravamo prefissati.

A noi appassionati di bricolage però piace fare le cose per bene, quindi andiamo a vedere più nel dettaglio cosa intendiamo per “verniciare il legno”.

Come verniciare il legno

Come verniciare il legno con consapevolezza? Il modo migliore per cominciare bene e trovarci quindi a metà dell’opera (come insegna il proverbio) è affrontare una ragionata fase preparatoria.

Tipologie di legno

Innanzitutto può essere utile conoscere il tipo di materiale con il quale avremo a che fare. Le tipologie di legno si riducono generalmente a due categorie: legno duro e legno morbido (o dolce).

  • Il legno duro (faggio, ciliegio, frassino) è più compatto, con venature regolari e pochi nodi. Non richiede particolari trattamenti preliminari ma tende ad assorbire più vernice.
  • Il legno morbido (pino, abete) presenta molti nodi e venature irregolari. Può rivelarsi necessario uniformare la superficie con un primer adatto prima di passare alla verniciatura.

Tipologie di vernice

Adesso è il momento di valutare quali tipologie di vernice, utilizzare perché da questo dipenderà il risultato finale e l’eventualità di applicare o meno ulteriori trattamenti. In base alla loro composizione possiamo distinguere:

  • le vernici a base acqua, i cui componenti solidi sono appunto disciolti in un volume d’acqua. Vengono assorbite dal legno in maniera omogenea e la loro evaporazione non rilascia sostanze nocive nell’ambiente circostante.
  • le vernici a base solvente, dove i componenti solidi sono invece dissolti in un solvente organico (l’acquaragia, ad esempio). La percentuale tra parte solida e solvente è variabile ed è di norma riportata sulla confezione del prodotto.

La diversa natura delle vernici si ripercuote sul loro contesto di applicazione: la vernice a base acqua non produce esalazioni nocive ed è indicata per il legno di ambienti interni.

La vernice a base solvente è invece indicata per il legno da esterno, a causa di una maggior rilascio di composti organici volatili.

Vernici filmanti e non filmanti

Come agiscono invece nello specifico le vernici una volta applicate sul supporto? Anche qui possiamo ricondurre i prodotti presenti in commercio in due grandi categorie: vernici filmanti e non filmanti.

  • Le vernici filmanti sono interamente coprenti, creando un rivestimento protettivo completo che chiude i pori del legno una volta essiccate. Lo smalto è un tipico esempio di vernice filmante, i cui colori sono dotati di toni variabili di brillantezza. Anche un fondo preparatorio per legno è un prodotto filmante, così come le finiture applicate una volta completato il lavoro.
  • Le vernici non filmanti invece non generano nessun tipo di pellicola protettiva, ma vengono interamente assorbite dalle fibre del legno lasciando i pori liberi di “respirare”. Senza avere l’effetto coprente di quelle filmanti, le vernici non filmanti colorano e proteggono il legno lasciando intravedere le venature per mantenere l’effetto naturale. Rientrano tra le vernici non filmanti le tinte mordenzanti e gli impregnanti.

Una volta presa consapevolezza del materiale che andremo a verniciare e scelto il prodotto adatto in base alle caratteristiche e alla destinazione d’uso, non ci resta che passare all’atto pratico.

Verniciare legno grezzo 

Verniciare legno grezzo è l’operazione più frequente tra gli appassionati di fai-da-te e per certi versi la più facile. È necessario preparare il supporto in modo che possa accogliere come si deve la tinta o la vernice. Scegliamo un ambiente di lavoro che sia ben arieggiato, con una temperatura mite e un tasso di umidità non troppo elevato.

Prima di cominciare qualsiasi intervento è essenziale che la superficie sia libera da polvere e sporcizia, quindi passeremo prima un panno morbido e poi se serve uno imbevuto di acqua e ammoniaca per detergere a fondo.

Il lavoro serio comincia con l’impiego di carta abrasiva e olio di gomito. Un passaggio con quella di grana grossa (60-80) aiuterà a rimuovere eventuali graffi e macchie, mentre con quella di grana più fine (100-120) aiuteremo il legno ad assorbire agevolmente il colore. Dopo aver finito, ricordiamoci di spazzare via polvere e trucioli con un panno morbido.

Una volta spolverata e smacchiata la superficie, è sufficiente applicare un fondo (come la cementite) e carteggiare ancora una volta.

Intingiamo un pennello medio a setole morbide nella pittura e passiamo il colore con movimenti decisi, seguendo il senso delle venature del legno.

Dopo aver lasciato asciugare alla perfezione passiamo una seconda mano, seguito sempre da un lieve intervento con la carta abrasiva. Per essere sicuri che il nostro lavoro si concluda con un successo, ripetiamo questa operazione per la terza volta.

Verniciare legno laccato

Nel caso volessimo verniciare legno laccato, possiamo procedere in due modi:

  • eliminando la precedente verniciatura ricorrendo ad una carteggiatura abbastanza intensa oppure con l’aiuto di uno sverniciatore, che agendo solleverà la vecchia laccatura permettendo al sua rimozione con minore difficoltà.
  • applicare un primer ancorante specifico per legno, il quale una volta essiccato avrà reso ruvida la superficie che potremo facilmente verniciare senza carteggiare.

Conclusioni

Noi di Handy abbiamo una predilezione per il legno perché è uno dei pilastri del bricolage. Permette grazie alla sua versatilità di realizzare innumerevoli lavori, dai più semplici ai più complessi, e di rendere più prezioso l’interno e l’esterno delle nostre abitazioni. In cambio chiede solamente di essere trattato, lavorato e conservato con i prodotti migliori.

Rimarrai stupito dall’offerta ampia e conveniente del nostro Reparto Legno, a cui aggiungiamo un servizio di taglio legno personalizzato. Al Reparto Vernici ti attendono invece pennellipitturesmaltiimpregnantistucchipaste e superlativi articoli per il trattamento legno.

Vieni a visitare il nostro punto vendita a Marcianise, Strada Provinciale 335 Uscita A1 direzione Benevento.

Scopri tutti i dettagli e le novità seguendoci sulla pagina Facebook e Instagram.

Per ulteriori informazioni puoi scriverci compilando il form alla pagina contatti

Fai da te