Scarpiera fai da te: il limite è solo la fantasia

Scarpiera fai da te: il limite è solo la fantasia

Cari amici di Handy,

anche per voi è arrivato il momento di mettere un punto fermo alla situazione delle paia di scarpe sparpagliate per casa dove capita capita?

Magari per un po’ ha funzionato lasciarle con noncuranza accanto la porta d’ingresso, spingerle una volta sfilate sotto il letto oppure appoggiarle “momentaneamente” negli angoli morti del bagno. Ma adesso sembrano implorare a gran voce una sistemazione dignitosa e definitiva. Una scarpiera tutta per loro, insomma.

Dove mettere le scarpe?

Le calzature, rispetto al resto del vestiario, sono abbastanza complicate da adattare allo spazio: occupano un volume ben definito, non si possono infilare una dentro l’altra e non si possono piegare senza rovinarle irrimediabilmente. C’è chi si contenta di riporle sul fondo dell’armadio guardaroba, ma in tutta onestà non ce la sentiamo di consigliarvi vestiti e scarpe insieme nello stesso vano contenitore, considerando quello che si ritrovano ad affrontare le suole durante un’intera giornata di attività.

Occorre quindi procurarsi una scarpiera dedicata. Scegliendo tra le linee classiche oppure di design moderno. Si potrebbe optare per un modello che ormai si trova un po’ ovunque e viene proposto come soluzione pratica, salvaspazio e per tutte le tasche: la scarpiera ad ante ribaltabili. Si tratta di un mobile chiuso, sobrio da vedere, che permette di riporre le scarpe in dei cassetti che una volta richiusi le conservano in verticale. Ma oltre a trattarsi di un articolo ormai inflazionato, c’è da dire che la funzionalità è direttamente proporzionale alla spesa.

Esiste invece un tipo di scarpiera che in termini di spazio è altamente personalizzabile, è costruita con materiali solidi, sostenibili e alla portata di ognuno nonché ben congegnata perché frutto di inventiva e manualità personale. Stiamo parlando di una scarpiera fai da te che ognuno può divertirsi a costruire con le proprie mani. Noi come sempre cercheremo di elencarvi qualche dritta stimolante, di quelle che fanno vibrare la fantasia e la passione per il bricolage.

Idee scarpiera fai da te

Scarpiera fai da te in legno

Dove sarà posizionata la nostra scarpiera? Se ritroviamo tra i muri di casa una nicchia utilizzata dalla adeguata profondità di circa 25 centimetri, la scelta è già bella che fatta. Questo spazio così trascurato sarà la sede ideale per una scarpiera fai da te in legno. Basterà procurarsi un pannello di legno a propria scelta e sagomare tante mensole della giusta misura. Dei listelli di legno dallo spessore di almeno un centimetro e di lunghezza poco inferiore al quella delle mensole andranno fissati a muro uno di fronte all’altro, lungo le pareti interne della nicchia. Saranno questi i punti d’appoggio dei vari ripiani, che possiamo al loro volta fissare ai listelli con delle viti da legno della giusta lunghezza. Calcoliamo bene la distanza tra uno scaffale e l’altro a seconda dell’altezza delle scarpe che li occuperanno (stivali, sneakers, ballerine e così via). 

Scarpiera fai da te chiusa

Tutto quanto abbiamo realizzato nel punto precedente può essere lasciato a vista oppure, se preferiamo una scarpiera fai da te chiusa, possiamo fissare in alto una barra trasversale per sistemarvi una tenda ad anelli, in modo da rendere l’ambiente più omogeneo e le scarpe più riguardate come avviene nello scomparto dedicato di una cabina armadio. Se invece possediamo abilità che vanno oltre la falegnameria di base, possiamo affidarci alla versatilità del cartongesso per creare i nostri piani divisori.

Scarpiera fai da te (riciclo)

Messa in questo modo, una scarpiera non si discosta poi tanto nella forma e nell’aspetto da una libreria. Ma questi sono tempi di forte sensibilità ecologica dove il riciclo creativo viene ampiamente incoraggiato, meglio ancora se coinvolge materiale già in nostro possesso. Vecchi mobili contenitori come credenze o armadietti, possono essere rimessi a nuovo e vivere una seconda vita come porta scarpe. 

Scarpiera girevole fai da te

Anche un pouf con rotelle, con un pizzico di abilità in più, può diventare una scarpiera girevole fai da te. Basta adattare in sezioni aperte il corpo centrale e conservare la seduta, in modo da avere incorporato uno sgabello dove accomodarsi e infilare le scarpe in tutta tranquillità.

Quando si tratta di arredare i propri spazi con mobili fai da te non si può discutere di recupero di materiali senza tirare in ballo il pezzo forte. Qualcuno ha immediatamente pensato al pallet?

Pallet, cassette di legno (o di plastica) e… cartone!

La scarpiera salvaspazio fai da te in pallet o con cassette della frutta

 

Il caro vecchio bancale si presta all’uso con tutta la sua efficace e geometrica semplicità. Fissato al muro con le assi disposte in verso orizzontale può diventare un porta scarpe davvero naif: i tipi più comuni di calzature si reggono da sole con il puntale infilato negli interstizi, oppure possono essere appese dal lato del tacco se questo è abbastanza lungo.

Alla scarpiera fai da te in pallet possiamo affiancare l’idea di una scarpiera salvaspazio fai da te fatta con le cassette della frutta, la cui combinabilità ci permette di assemblare una soluzione modulare secondo forme regolari (tante cassette di legno che occupano una parte della parete) o fantasiose (cassette impilate a piramide che vanno a riempire un vano sottoscala). Possono essere orientate sia in orizzontale (comodo per la maggior parte delle scarpe) sia in verticale (per anfibi, stivali e altre calzature alte). Le cassette della frutta possono essere facilmente incollate tra loro con colla vinilica o silicone adesivo. Se invece del legno vi è più facile recuperare delle cassette di plastica, sostituite i collanti chimici con le classiche fascette da elettricista.

Scarpiera fai da te in cartone o in PVC

Sfruttando lo stesso procedimento delle cassette della frutta possiamo creare una scarpiera fai da te in cartone. Non stiamo parlando di utilizzare le scatole dove normalmente le scarpe vengono vendute. L’idea è di fissare a muro un complesso di cilindri di cartone spesso dal diametro di misura opportuna per contenere un paio di scarpe, uniti tra loro con passate di colla a caldo. Quello che verrà fuori sarà uno scenografico “effetto alveare” e se siete intenditori o collezionisti di sneakers, anche sul lato espositivo questa soluzione è una vera bomba. L’alternativa al cartone è rappresentata dai tubi in PVC che possono essere sezionati secondo lo spessore voluto e tenuti insieme da strati di silicone.

Conclusioni

Ideare una scarpiera secondo le proprie esigenze, divertirsi a montarla e decorarla per renderla unica è molto più stimolante del banale sfogliare un catalogo di acquisti.

Tu mettici la voglia e la fantasia, noi di Handy mettiamo a disposizione un fornitissimo Reparto Legno con servizio taglio e un gran Reparto Sistemazione se hai cominciato a prenderci gusto!

Ti aspettiamo con rinnovata energia presso il nostro punto venditaMarcianise, Strada Provinciale 335 Uscita A1 direzione Benevento. Seguici  sulla pagina Facebook e Instagram.

Per ulteriori informazioni puoi scriverci compilando il form alla pagina contatti

Fai da te