orto fai da te

Come si gestisce un orto fai da te in modo efficace? Quali ortaggi è possibile coltivare? Come si procede? In questo articolo proveremo a rispondere a queste domande, fornendo alcuni consigli pratici.

Quando si sente parlare di orto, la mente richiama grandi spazi da coltivare con verdura e ortaggi.

Fortunatamente, però, realizzare un orto fai da te non richiede necessariamente un luogo enorme: è infatti possibile realizzarlo anche in casa, sul balcone, in terrazza, oppure in giardino qualora si avesse la fortuna di possederne uno.

Basta scegliere il posto giusto e selezionare la verdura e gli ortaggi adatti per avere la soddisfazione di coltivare prodotti a Km 0 da consumare in tranquillità.

Oltre ad essere un pratico sistema per coltivare le verdure in proprio, prendersi cura di un orto è anche un ottimo modo per rilassarsi e ritrovare il contatto con la natura.

Anche se non è complicato creare un orto fai da te, esistono degli accorgimenti da seguire e da tenere in considerazione, come ad esempio:

  • quali ortaggi scegliere, anche in base al tempo a disposizione da dedicargli;
  • valutare l’esposizione alla luce del luogo adibito ad orto;
  • misurare bene lo spazio a disposizione.

In questa guida ti forniremo le informazioni necessarie per coltivare un orto fai da te in casa o giardino, seguendo alcune semplici indicazioni.

Orto fai da te: scegliere il punto giusto

La prima scelta da fare per realizzare un orto fai da te in casa o giardino è relativa al punto nel quale realizzarlo.

Considera che ti occorrerà un angolo ben soleggiato, poiché verdure e ortaggi necessitano di luce e sole (circa 6-8 ore al giorno) per regalarti prodotti grandi e saporiti.

Il punto che avevi immaginato non va bene perché ombreggiato? Non scoraggiarti, punta su verdure a foglia verde e larga, capaci di crescere anche in punti non particolarmente soleggiati.

Valuta anche l’esposizione a folate di vento dato che alcune piante possono essere molto delicate, come ad esempio quelle di pomodori, e il vento eccessivo o improvviso può danneggiare radici e foglie.

Per proteggerle puoi creare un recinzione - ecco la nostra selezione - e far sì che i venti freddi non rovinino il tuo lavoro.

Nel caso in cui non potessi adottare questa soluzione potrebbe essere una buona soluzione affiancare delle piante più alte per creare una barriera protettiva.

Orto fai da te: preparare l’area da coltivare

Per realizzare il tuo orto, dopo aver scelto la zona adatta, devi assicurarti di preparare al meglio il terreno da coltivare.

Se vuoi approfondire questo argomento, ti invitiamo a leggere la nostra guida su quando e come concimare il prato in giardino.

Se intendi posizionare il tuo orto fai da te in giardino, devi assicurarti di pulire attentamente l’area, eliminando le erbacce, i sassi ed eventuali agenti infestanti.

Come quasi tutte le zone da coltivare, anche l’orto necessita di un terreno drenante, umido e ricco di materia organica - ecco la nostra selezione di terricci - e di una temperatura del suolo ideale, in base a verdure e ortaggi.

Ad esempio le verdure estive generalmente necessitano di una temperatura tra i 15 e i 35 gradi °C.

Altri fattori importanti da considerare sono il PH del suolo, adatto tra 6 e 7, e le sostanze nutritive del terreno, ideali ad una profondità di 20-25 cm.

Una volta terminate le operazioni di pulizia e di controllo della qualità del terreno, è arrivato il momento di posizionare le piantine o i semi scelti.

Ricorda di stendere anche il pacciame, per mantenere l’orto libero da erbacce e renderlo più semplice da manutenere.

Se, invece, hai deciso di realizzare il tuo orto fai da te in balcone o in terrazza, puoi procedere alla coltivazione in grandi contenitori, come questi classici vasi in terracotta oppure questi più moderni vasi realizzati in plastica di color antracite.

Quando lo spazio è poco, per coltivare piantine aromatiche la soluzione migliore è rappresentata da un contenitore per orto sospeso.

Orto fai da te: cosa piantare

Iniziamo con il dirti che se ti stai approcciando a coltivare un orto per la prima volta è meglio partire a piccoli passi per poi procedere e ingrandirlo.

Questo perché è necessario prima acquisire e metabolizzare le informazioni di base e le competenze necessarie e, di seguito, valutare quanto e cosa piantare.

Vediamo insieme quali piante coltivare per le nostre esigenze:

  • Piante con frutti abbondanti tutta l’estate: pomodori, zucchine, peperoni;
  • Piante che producono una sola volta durante l’estate: carote, mais e ravanelli;
  • Piante facili da gestire: rucola, songino, spinaci, fagiolini ed erbe aromatiche. La frutta più semplice da coltivare sono le fragole.

Ecco la nostra selezione di semi e bulbi, dove troverai il prodotto più adatto alle tue esigenze e a quelle del tuo orto.

Ricorda di annaffiare le piante in orari consoni, come la mattina presto o al tramonto, in modo che il terreno abbia modo di assorbire l’acqua lentamente.

Orto fai da te: coltivare in piccole serre

La serra per orticoltura può essere un’ottima scelta nel caso in cui tu voglia controllare al meglio vari fattori come l’umidità, la temperatura, la luce e gli insetti.

Coltivare un orto in serra può portare molti vantaggi e non avrai bisogno di grandi spazi, poiché esistono anche serre piccole e leggere da utilizzare in balcone o in terrazzo, come puoi vedere nella nostra selezione.

Le serre da balcone proteggono in modo efficace e funzionale dalle intemperie e il nostro consiglio è di prediligere una serra con rotelle, in modo da poterla spostare in base al sole.

Conclusioni

L’orto fai da te ti permetterà di avere sempre prodotti freschi a Km 0 per te e la tua famiglia, quindi è un prezioso alleato anche per il risparmio sul budget destinato alla spesa alimentare.

Speriamo che le nostre informazioni ti siano utili per realizzare il tuo orto e per allestire al meglio la zona che hai deciso di dedicargli.

Concimare il pratoOrto fai da te