La tecnica del decoupage: il fai da te prestato all’arte

La tecnica del decoupage: il fai da te prestato all’arte 

Cari amici di Handy,

con la tecnica del decoupage il tanto pratico e concreto fai da te arriva ad incrociare i territori dell’arte. Il termine deriva dal francese “découper”, cioè “ritagliare”, in riferimento alle figure stampate i cui ritagli vengono incollati per impreziosire mobili e suppellettili.

Si tratta di una attività decorativa antica, nata secoli fa quando si pensò replicare gli apprezzatissimi ornamenti cinesi (di inarrivabile fattura) con un espediente tanto semplice nell’esecuzione quanto efficace nei risultati. L’applicazione su oggetti e arredi di disegni o immagini già pronte si rivelò una comoda alternativa al processo di decorazione diretta, con il relativo coinvolgimento di costose maestranze e abilità.

Nel corso del tempo il decoupage si è guadagnato la simpatia di una vasta platea di appassionati, grazie alla sua accessibilità dal lato delle competenze e dell’economicità su quello dei materiali. Si armonizza felicemente in una scelta di stile shabby chic ed è tuttora il sistema più utilizzato per abbellire e valorizzare gli oggetti di casa. Di recente ha ottenuto una stella in più per il suo impiego funzionale al ricircolo creativo: attraverso il decoupage vecchi mobili possono guadagnare una seconda vita, mentre per giornali e riviste si apre un’altra scelta rispetto all’inevitabile destinazione al macero.

Cosa serve per il decoupage

Abbiamo detto che per poter mettersi all’opera con il decoupage occorrono pochi materiali e strumenti di facile reperibilità. Vediamo nel dettaglio cosa serve per il decoupage:

  • L’oggetto che farà da supporto, meglio ancora se “riciclato”
  • Giornali, riviste, libri, fogli di carta specifica per il decoupage e così via
  • Forbici normali
  • Forbici di precisione
  • Taglierino
  • Colla vinilica
  • Colori e vernici acriliche
  • Pennelli grandi e piccoli
  • Vernice di finitura o fissativo

Una fase fondamentale a cui non sempre si dedica la dovuta attenzione nell’apprestarsi ad una sessione di decoupage è quella della progettazione. È importante prima di mettersi all’opera sapere già quali ritagli vogliamo incollare (magari recuperandoli man mano in momenti diversi) e dove vogliamo incollarli, analizzando forma, dimensione, colore e materiale della superficie di lavoro. In questo modo potremo dedicare energia e concentrazione sul lato “tecnico” della decorazione, senza incertezze e guadagnando tempo.

Il campo di azione del decoupage comprende diversi materiali (carta, tessuto, plastica) e diversi supporti di applicazione (legno, vetro, plastica, cartone), ma la combinazione più diffusa consiste senza dubbio nell’incollare ritagli di carta su superfici di legno. 

Oltre ai ritagli di libri, riviste e giornali è possibile reperire rotoli di carta specifica per il decoupage, pronta per andare a coprire ampie superfici con temi e pattern grafici graziosi e accattivanti. Gli stessi effetti fantasia si possono ottenere riciclando carta regalo usata. Se invece siamo stati colpiti da una immagine online, possiamo stamparla e ritagliarla per renderla pronta all’uso. Insomma, le soluzioni per sbizzarrirsi con il decoupage sono davvero numerose.

A parte qualche dettaglio di poco conto comunque, il procedimento è lo stesso per ogni tipologia di materiale trattato.

Decoupage su legno

Per il decoupage su legno occorre recuperare il supporto adatto nella forma di un oggetto, un mobile o addirittura una parete. Innanzitutto bisogna rendere liscia e omogenea la superficie con una passata di carta abrasiva eliminando residui di vernice o piccole imperfezioni, per poi ripulire il tutto con un panno umido. Prima di passare alla decorazione potremmo cambiare il colore di fondo con una mano di vernice acrilica o, se si tratta semplicemente di renderlo più scuro,  di mordente per legno.

Ritagliamo le figure o i motivi che vogliamo incollare prima con le forbici normali e poi con le forbici di precisione per eliminare contorni superflui che a lavoro finito risulterebbero fastidiosi. Prepariamo quindi la soluzione adesiva diluendo una parte di colla vinilica in tre parti d’acqua e stendiamone uno strato adeguato sulla superficie.

Ogni ritaglio di carta andrà posizionato nel posto prescelto durante la fase di progettazione e una volta sistemato andrà ricoperto con un’altra pennellata di colla, avendo cura di eliminare con il movimento del pennello eventuali grinze o bolle d’aria che potrebbero essersi formate, partendo dal centro verso l’esterno. Dopo aver lasciato asciugare perfettamente, il ritaglio incollato va ripassato con uno strato di colla di finitura a protezione del lavoro fatto.

Nel caso la carta utilizzata sia molto sottile (come quella dei tovaglioli monovelo o la carta riso) si consiglia incollare il il ritaglio tamponandolo con una spugna morbida e leggermente umida. Dopo che tutto sarà asciutto, passare di nuovo la colla e la finitura protettiva come illustrato sopra.

Decoupage su vetro

Il decoupage su vetro ci permette di abbellire bottiglie, bicchieri o contenitori amplificando la naturale bellezza del materiale con le sue lucentezze e riflessi. Spesso gli oggetti in vetro presentano superfici curve, per questo è consigliato ammorbidire i ritagli di carta immergendoli in acqua, in modo che possano aderire con facilità al supporto.

Decoupage su plastica

Il decoupage su plastica trova una quantità infinita di applicazioni, considerata la pervasività di questo materiale in ogni ambito della quotidianità. Per lavorare efficacemente su questo tipo di superficie è sufficiente passare una mano di primer in modo da ottenere un supporto di lavoro compatto e senza difformità.

Decoupage su cartone

Il decoupage su cartone è indicato per rigenerare esteticamente scatole e contenitori dall’aspetto anonimo, donando loro un’apparenza simpatica e vivace. L’unica accortezza consisterà nel dosare per bene la soluzione adesiva, perché il cartone è un materiale molto poroso dall’elevata capacità assorbente. Poca colla potrebbe risultare insufficiente, mentre più colla del necessario rovinerebbe il cartone rendendolo fradicio.

Conclusioni

Attraverso il decoupage la nostra attitudine al fai da te sarà messa al servizio della creatività artistica, che si tratti di reinterpretare l’arredo di casa alla ricerca di uno stile unico oppure di personalizzare piccoli oggetti da regalare nelle occasioni speciali.

Per dare una dimensione concreta alle tue idee, da Handy basta fare una visita al Reparto Vernici per trovare tutto l’occorrente. Cerchi del materiale su cui far pratica? Il Reparto Legno è utile anche per questo! Inoltre se questo tipo di passatempo ha stimolato nuove curiosità, niente di meglio del Reparto Decorazione per allargare il proprio raggio di interesse.

Un mondo di ispirazioni ti aspetta presso il nostro punto vendita, a Marcianise, Strada Provinciale 335 Uscita A1 direzione Benevento.

Scopri tutti i dettagli e le novità seguendoci sulla pagina Facebook e Instagram.

Per ulteriori informazioni puoi scriverci compilando il form alla pagina contatti

Fai da te