Come pulire le zanzariere, senza smontarle né danneggiarle

Come pulire le zanzariere, senza smontarle né danneggiarle

Cari amici di Handy,

si sta avvicinando il periodo più caldo dell’anno, quello dove si soffre a stare chiusi in casa con gli infissi sbarrati ed è invece piacevole la sera spalancare le finestre per godere del fresco che viene da fuori.

Solo che da fuori arrivano ospiti per niente graditi, decisi a tormentarci in maniera ostinata, come le mosche e soprattutto le zanzare. Se siamo state persone previdenti, ogni finestra o portafinestra sarà dotata della sua robusta zanzariera, pronta a proteggerci impedendo l’ingresso di insetti molesti. Le zanzariere sono dispositivi efficaci ed indispensabili, che richiedono tra l’altro una manutenzione periodica talmente semplice. Che però volentieri ci si dimentica di fare.

Eccoci al punto: se ultimamente capita sempre più spesso di passare davanti alle zanzariere di casa e pensare che avrebbero bisogno di una bella messa a nuovo, ma si continua a rimandare perché non si sa bene come pulire le zanzariere… non resta che proseguire nella lettura di questo articolo!

Le zanzariere domestiche andrebbero pulite almeno una volta all’anno o anche più di frequente, se il contesto in cui abitiamo le mette a dura prova costringendole a trattenere pollini, polvere e smog. Le maglie fittissime delle reti non sono soltanto un valido filtro per le seccanti scocciatrici notturne, ma sono estremamente efficaci anche nel bloccare una quota di particolato organico e inorganico che altrimenti invaderebbe casa. A parte una questione squisitamente igienica, trascurare la pulizia delle zanzariere quando ce n’è bisogno significa lasciare intasati i piccoli buchi, impedendo un ricircolo dell’aria ottimale e aumentando l’opacità della luce naturale quando queste sono chiuse, cosa che può portare alla lunga un senso di oppressione.

Come pulire le zanzariere sulle finestre

Per capire come pulire le zanzariere sulle finestre dobbiamo considerare con quali modelli abbiamo a che fare. Si tratta di zanzariere fisse oppure zanzariere rimovibili? A seconda del meccanismo di scomparsa, dobbiamo occuparci di zanzariere a rullo o di zanzariere plissettate? Perché se l’approccio per la pulizia di base risulterà comune ad ognuna di loro, sarà nelle differenze che dovremo adottare un occhio di riguardo.

Cosa ci serve per cominciare a trattare la parte più evidente, ossia la rete? Pochi semplici strumenti e ingredienti facilmente reperibili in casa.

Ecco di seguito qualche lista promemoria:

  • acqua calda
  • aceto bianco 
  • sapone di marsiglia neutro o detergente non aggressivo 
  • uno spruzzino
  • una spugnetta morbida
  • un panno in microfibra

Per le zanzariere dotate di meccanica, meglio avere a portata di mano anche:

  • una spazzola o un pennello a setole morbide
  • una bomboletta di aria compressa
  • un lubrificante spray al silicone o al teflon

Se abbiamo la necessità di intervenire in maniera più incisiva, possiamo procurarci:

  • un aspirapolvere con beccuccio riduttore
  • un apparecchio per la pulizia a getto di vapore 

Come pulire le zanzariere dall’interno

Gran parte delle zanzariere, una volta installate, non sono proprio comode da smontare e questo ci impigrisce molto quando si tratta di applicare una corretta manutenzione. Per questo torna utilissimo sapere come pulire le zanzariere dall’interno, agendo direttamente sulla rete senza doverla sfilare dal telaio dove è alloggiata in sette semplici passi:

 

  • Innanzitutto eliminiamo la sporcizia superficiale passando il panno in microfibra sulla rete dall’alto verso il basso e il pennellino a setole morbide negli angoli e sui profili nascosti. In alternativa è possibile ricorrere all’aspirapolvere, mantenuto a bassa potenza per non rovinare la zanzariera;
  • Prepariamo l’acqua calda mescolata con l’aceto bianco o con il detergente non aggressivo, che andremo poi a versare nello spruzzino;
  • Nebulizzare su tutta la superficie della zanzariera e lasciamo che il composto agisca per qualche minuto;
  • Dopo con la spugnetta morbida strofiniamo sulla rete con estrema delicatezza, sempre procedendo dall’alto verso il basso;
  • Riempiamo di nuovo lo spruzzino, stavolta soltanto con acqua pulita;
  • Spruzziamo ancora e in abbondanza su tutta la zanzariera, in modo da risciacquare i residui di detersivo lasciati precedentemente;
  • Rimuoviamo l’acqua in eccesso con una lieve passata del panno in microfibra.

 

Come pulire le zanzariere fisse

Le zanzariere rimovibili hanno il vantaggio di poter essere staccate dalla loro sede e pulite comodamente, sia attraverso il procedimento riportato sopra sia con un leggero getto d’acqua all’aperto o addirittura nella vasca da bagno.

Come pulire le zanzariere fisse, invece? Tale tipologia è quella che richiede una ripulita più frequente, perché non potendo essere chiuse o riavvolte sono perennemente “in servizio” accumulando residui. Se la soluzione di acqua e aceto non dovesse bastare a sciogliere lo sporco incrostato, ripetere il passaggio utilizzando al posto dell’aceto il sapone di Marsiglia, naturale e dall’alto potere sgrassante.

Durante questa operazione è consigliabile chiudere la tapparella per fornire un supporto rigido alla zanzariera. La rete, ripetiamo, è un elemento molto delicato e basta una pressione più forte del dovuto per farla uscire dal telaio, arrivare a deformarla o addirittura a romperla.

Se la rete è fatta di metallo, si può prendere in considerazione un apparecchio a getto di vapore che agisca sulle maglie senza esercitare pressione manuale. Per i materiali plastici o sintetici è una soluzione meno indicata, perché l’eccessivo calore del vapore potrebbe rovinarli. Nel dubbio, faremo una prova su una piccola porzione di rete per saggiare il grado di resistenza.

Come pulire le zanzariere a rullo

Vediamo adesso come pulire le zanzariere a rullo, provviste su un lato di un cassonetto al cui interno la rete si avvolge quando non è utilizzata. Oltre alla rete (che può essere tranquillamente lavata con acqua e detergente, risciacquata e asciugata) dobbiamo concentrare la nostra pulizia anche sull’apparato meccanico.

Utilizzando una bomboletta ad aria compressa andremo a spazzare via polvere e sporco annidati nella zona del rullo e nelle guide dove scorre la zanzariera. Dopo la pulizia possiamo mantenere efficienti queste parti con del lubrificante spray al silicone o al teflon.

Per completare una manutenzione fatta ad arte, applicheremo su tutta la superficie uno spray sanificante, del tipo che viene utilizzato in funzione anti-acari per i filtri dei condizionatori.

Come pulire le zanzariere plissettate

Arrivando ad esaminare come pulire le zanzariere plissettate, l’attenzione si sposta sul meccanismo a fisarmonica che regola l’apertura e la chiusura di questi modelli. Nelle pieghe va ad accumularsi molto più sporco di una rete completamente tesa, quindi è opportuno intervenire con la bomboletta ad aria compressa per snidare i residui e con un aspirapolvere con il beccuccio riduttore per risucchiare ogni traccia di impurità.

Una volta rimossa la polvere possiamo lavare la rete seguendo il procedimento base, avendo l’accortezza di posizionare dietro ogni sezione trattata un supporto in plastica o cartone per tenere ferma la zona di lavoro.

Conclusioni

Se sei tra i pochi fortunati che dalle zanzare non vengono neanche sfiorati, tanto meglio! In caso contrario, sei fortunato lo stesso perché da Handy troverai tutto quello che ti occorre per passare un’estate serena, libera da punture o fastidiosi ronzii notturni.

Zanzariere e moschiere sono reperibili presso l’ampio Reparto Giardinaggio, mentre al Reparto Utensileria potrai rifornirti di tutti gli accessori indispensabili per una perfetta pulizia e manutenzione.

Ti aspettiamo al nostro punto vendita a Marcianise, Strada Provinciale 335 Uscita A1 direzione Benevento. Seguici  sulla pagina Facebook e Instagram.

Per ulteriori informazioni puoi scriverci compilando il form alla pagina contatti

Fai da te