come lavare le tende

La stagione primaverile è quel periodo dell’anno in cui tutto rinasce, e ciò vale non solo per le nostre piante in giardino o sul balcone, ma anche nella nostra abitazione.

Sì, perché le belle giornate accompagnate dal sole tiepido, ci aiutano a migliorare l’umore e ci fanno venir voglia di dedicarci alle pulizie di primavera.

Soprattutto, arriva quel momento in cui focalizzarsi su arredamenti ed oggetti in maniera più approfondita che il freddo e la pioggia invernale ci fanno trascurare, come il lavaggio delle tende.

Le tende sono un complemento d’arredo molto importante, perché riescono a definire lo stile di una casa, ad esprimere la personalità di chi la abita ed a garantire la giusta privacy.

Data la loro importanza estetica e funzionale andrebbero lavate periodicamente ma, come ben sappiamo, è un’attività abbastanza faticosa.

Durante l’inverno, se non abbiamo un’asciugatrice, tendiamo a lavarle poco o raramente a causa dei tempi di asciugatura che, con il mal tempo, inevitabilmente si allungano.

Di conseguenza polvere, sporco e vapori prendono il sopravvento. Certo, potremmo portarle in lavanderia, ma il modo più economico resta lavarle a casa.

Le pulizie di primavera sono il momento migliore dell’anno per smontare le tende e dare una bella rinfrescata.

In questo articolo vedremo come lavare le tende in autonomia, senza dimenticare di fare sempre attenzione alle indicazioni fornite dal produttore.

Come lavare le tende: trucchi e consigli

Prima di lavare le tende, dobbiamo assicurarci di che materiale siano fatte e controllare l’etichetta dato che ogni tessuto ha un suo diverso lavaggio.

Leggendo l’etichetta possiamo sapere se è possibile lavarle in lavatrice e a quanti gradi. Qualora essa fosse deteriorata o non presente perché rimossa basta conoscere il tipo di materiale per sapere come lavarle.

Di solito, le tende che abbiamo in casa sono di cotone, lino oppure altri tessuti sintetici e le lavatrici di ultima generazione hanno un programma dedicato.

Se non è presente, potrete impostare il programma per delicati a 30° con centrifuga leggera a 600 giri.

Al termine del lavaggio stendile dall’alto nel miglior modo possibile, così che che siano completamente stese e che il peso dell’acqua eviti pieghe, facilitando le operazioni di stiraggio.

Questi consigli sono generalmente validi per le tende in misura standard - come queste della nostra selezione - e anche per le tendine per finestre, un complemento d’arredo molto decorativo, che puoi trovare nel nostro store online.

Un discorso a parte, invece, va fatto per le tende a rullo e le tende veneziane.

Come lavare le tende a rullo

Il lavaggio delle tende a rullo può sembrare complicato, tuttavia è meno impegnativo di quanto sembri.

Le tende a rullo - qui trovi la nostra selezione - si dividono in lavabili e non lavabili. Vediamo insieme le differenze:

  • Tende a rullo con tessuto non lavabile: elimina ogni traccia di polvere con un panno elettrostatico. Riempi una bacinella di acqua tiepida e aggiungi un sapone neutro, come quello di Marsiglia. Immergi un panno morbido e passalo sulla tenda e poi, dopo aver insaponato, sciacqua più volte con un panno in microfibra;
  • Tende a rullo con tessuto lavabile: rimuovi sempre prima la polvere. Smonta la tenda e dopo aver riempito la vasca con acqua tiepida e sapone neutro, immergi la tenda per circa mezz’ora. Eseguite l’operazione finché l’acqua non sembrerà pulita. Risciacquate e stendete.

Alcune tipologie di tende a rullo possono essere anche lavate in lavatrice impostando il programma per delicati a 30° ed evitando la centrifuga.

In ogni caso, controllate sempre l’etichetta e le indicazioni della casa madre produttrice.

Per mantenere pulite le tende a rullo, vi basterà eliminare la polvere con una spazzola adesiva una volta al mese.

Come lavare le tende veneziane

Le tende veneziane rispetto alle altre tipologie si sporcano più facilmente a causa dell’alto numero di lamelle e richiedono una pulizia più frequente.

Sono più adatte a quelle stanze dove c’è la necessità di gestire l’intensità dell’illuminazione, grazie alle lamelle inclinabili in varie angolazioni.

Sono anche molto versatili e risultano eleganti con ogni stile di arredamento - questa è la nostra selezione.

La soluzione più semplice è averne cura con regolarità, così che lo sporco non diventi difficile da eliminare.

Ecco alcuni accorgimenti quotidiani, molto utili per evitare lo sforzo di effettuare una pulizia più profonda:

  • spolvera le lamelle con regolarità con uno spolverino soffice o un panno morbido e un prodotto elettrostatico;
  • se le lamelle hanno delle macchie, puoi utilizzare acqua tiepida con sapone neutro su un panno in microfibra, asciugando poi rapidamente con un panno in cotone;
  • usa l’aspirapolvere dotato di accessorio specifico per la pulizia delle tende veneziane.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come lavare le tende in vista delle pulizie di primavera, ma ti ricordiamo che la pulizia va fatta periodicamente tutto l’anno.

Cerca sempre di evitare l’accumulo di polvere e macchie eccessive.

Dai un’occhiata alla nostra selezione di tende nel nostro store online per trovare quelle più adatte alle tue esigenze e anche i bastoni estensibili per montarle in modo semplice.

Lavare le tendeTende